10 rane velenose con nomi e foto

Vedi i token Frogs

Le rane sono animali comuni nei giardini, specialmente nei giorni di pioggia, ed è possibile trovarle in quasi tutti gli habitat che hanno abbondante umidità e vegetazione. Le specie di rane sono varie e tra loro ci sono alcuni tipi di rane velenose, sai cosa sono?

Il veleno di questi anurani fa parte di un meccanismo contro i predatori, alcuni sono letali, mentre altri producono intossicazione. Vuoi conoscere le 10 rane più velenose al mondo ? Quindi continua a leggere questo articolo da milanospettacoli.com!

1. Rana d'oro

La rana d'oro o la rana a punta di freccia ( Phyllobates terribilis ) è considerata uno degli animali più velenosi al mondo. Una singola emissione di tossine di queste specie è in grado di uccidere 10 adulti. È una specie endemica di foreste pluviali colombiane, dove vive tra 100 e 200 metri di altitudine.

Questa rana velenosa della Colombia è una specie diurna, misura 55 millimetri ed è caratterizzata da un corpo uniformemente giallo, sebbene in alcuni esemplari si osservino alcuni punti neri vicino agli occhi. Ci sono, tuttavia, rane dorate con corpi verde menta e arancio. In tutti e tre i casi, i colori brillanti indicano ai predatori la loro tossicità .

2. Rana freccia blu

La rana freccia blu ( Dendrobates tinctorius ), chiamata anche rana freccia blu vive nelle savane del Suriname e ai confini con il Brasile, dove vive in aree a 400 metri sul livello del mare. Come altri tipi di rane velenose, si distingue per il suo vivido colore blu, accompagnato da diverse macchie nere sul retro dell'anuro.

Questa specie è considerata terrestre, sebbene richieda acqua per la riproduzione. Le loro abitudini alimentari sono erbivori ed essenziali per sintetizzare il loro veleno, perché ingeriscono formiche e insetti ricchi di acido formico per produrre tossine.

3. Rana velenosa alla fragola

Tra le rane velenose del Costa Rica c'è la rana velenosa delle fragole ( Oophaga pumilio ), distribuita anche a Panama e in Nicaragua. Le loro colorazioni possono variare, essendo di colore rosso vivo uno dei più comuni, tuttavia è anche possibile trovare rane blu di questa specie o con miscele tra rosso e blu.

La rana velenosa delle fragole ha abitudini diurne e trascorre gran parte della sua vita a terra. I maschi tendono ad essere territoriali, come modo per garantire più femmine al momento dell'accoppiamento. Il suo veleno non è fatale per l'uomo, ma produce gonfiore e bruciore .

4. Rana bicolore avvelenata

La rana bicolore velenosa ( Phyllobates bicolor ) è tra le specie di rane velenose in Colombia, dove è endemica . È considerato il secondo anuro più velenoso al mondo, sebbene sia attualmente in pericolo di estinzione.

La specie è diurna e preferisci aree di foresta tropicale con abbondante vegetazione. Ha una colorazione giallo brillante nella parte superiore del corpo, un tono che sfuma al nero nelle gambe e nell'addome. Il suo veleno è letale per l'uomo in pochi secondi.

5. Rana di pomodoro del Madagascar

La rana di pomodoro ( Dyscophus antongilii ) è una specie di rana velenosa endemica del Madagascar . Si distingue facilmente per le sue dimensioni, in quanto raggiunge i 200 grammi e ha un colore rossastro simile a un pomodoro maturo.

Non è una specie letale per l'uomo, ma produce sintomi simili all'intossicazione . È in pericolo di estinzione a causa dell'inquinamento che colpisce l'acqua e del fatto che ad un certo punto è stato considerato una sorta di raccolta, quindi il traffico ha ridotto le sue popolazioni.

6. Harlequin Frog

La rana arlecchino ( Atelopus varius ) è una specie che potrebbe essere trovata in Costa Rica, ma oggi si è estinta in quel paese, quindi è tra le rane velenose di Panama . La specie è in pericolo critico. Si distingue per una colorazione piuttosto sorprendente: su uno sfondo giallo o arancione chiaro, la rana arlecchino ha macchie e strisce nere ondulate, che coprono tutto il suo corpo.

7. Rana velenosa di amarakeri

La rana velenosa Amarakeri ( Ameerega shihuemoy ) è una specie che è stata scoperta nel 2017 ed è tra le rane velenose dell'Amazzonia, poiché si trova nelle foreste amazzoniche del Perù. La sua densità di popolazione è sconosciuta, sebbene sia considerata in pericolo.

È caratterizzato da un corpo nero, con strisce bluastre o rosse sui fianchi, insieme a gambe di castagno. La sua vita passa vicino ai fiumi, dove questa specie può essere trovata sulle rocce o nell'acqua. La specie era già nota agli indigeni della zona, che erano consapevoli della sua tossicità.

8. Rana verde e nera velenosa

Ci sono anche rane verdi velenose, e una di queste è la rana verde e nera ( Dendrobates auratus ), che si trova in Nicaragua, Panama e Costa Rica . Preferisce gli habitat umidi nelle pianure, anche se alcune popolazioni si trovano nelle montagne.

Questa rana ha un corpo bicolore con una miscela di nero e verde, che le danno il nome. È una specie piccola, misura solo 4 centimetri e si nutre di insetti che forniscono il suo veleno.

9. La rana avvelenata di Lehmann

La rana velenosa di Lehmann ( Oophaga lehmanni ) è una specie endemica della Colombia, dove attualmente si trova solo in piccole aree delle foreste di Cali e Choco. La specie è in grave pericolo di estinzione. È caratterizzato da una croce con ampie strisce nere, in combinazione con l'arancione o il rosso brillante. La femmina di questa specie genera le uova sul terreno, da dove trasporta girini per completare il loro sviluppo.

10. Rana velenosa estiva

La rana avvelenata estiva ( Ranitomeya summersi ) è una specie di rana avvelenata endemica del Perù, dove attualmente è distribuita solo in un raggio di 243 km2. Preferisce abitare nelle zone aride delle foreste, dove è possibile trovarlo nelle rocce. La specie si caratterizza presentando una combinazione di nero e giallo con strisce spesse e suggestive. È in pericolo di estinzione, in quanto tollera piccoli cambiamenti nel suo habitat a causa dell'agricoltura.

Immagine: //www.iucnredlist.org/

Ci sono rane velenose in Messico?

Sebbene sia possibile trovare una fauna molto ricca di tutte le specie, compresi gli animali endemici, non ci sono rane velenose in Messico. Al contrario, è possibile trovare alcune specie di serpenti velenosi, come serpenti di corallo o serpenti di corallo, serpenti del genere Crotales (serpente a sonagli) e nauyacas.

Ci sono rane velenose in Spagna?

In Spagna, e in generale nel continente europeo, non ci sono rane velenose . La ragione principale di ciò sono le condizioni climatiche, poiché queste specie si sviluppano in habitat forestali umidi e con temperature tropicali.

Nonostante ciò, in Europa e in Spagna è possibile trovare alcune specie di rane velenose che sono state introdotte nel territorio, vendute come "animali domestici". L'allevamento in cattività di solito riduce la tossicità di queste rane, poiché non vengono alimentati gli stessi insetti che forniscono loro i componenti necessari per sintetizzare queste sostanze.

Sebbene il rischio diminuisca in questo modo, sconsigliamo l'adozione di questo tipo di rane, sia per il pericolo che possono rappresentare, sia per il fatto che molte specie sono in pericolo di estinzione e potrebbero contribuire involontariamente al suo sfruttamento.

Se vuoi leggere altri articoli simili a 10 rane velenose con nomi e foto, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

bibliografia
  • Campo-Cortazares, Jorge. "Avvelenamento per contatto diretto con le rane velenose". Bollettino clinico dell'ospedale pediatrico, 28 (1): 2011, 38-42.
  • Gruppo di specialisti anfibi SSC IUCN 2018. Ranitomeya summersi. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2018: e.T193430A89224207. //dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2018-2.RLTS.T193430A89224207.en. Scaricato il 23 luglio 2019.
  • Wilmar Bolívar, Fernando Castro, Stefan Lötters 2004. Oophaga lehmanni. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2004: e.T55190A11255085.//dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2004.RLTS.T55190A11255085.en. Scaricato il 23 luglio 2019.
  • Solís, F., Ibáñez, R., Jaramillo, C., Chaves, G., Savage, J., Köhler, G., Jungfer, K., Bolívar, W. & Bolaños, F. 2008. Dendrobates auratus. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2008: e.T55174A11250892. //dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2008.RLTS.T55174A11250892.en. Scaricato il 20 luglio 2019.
  • Gruppo specialista anfibio SSC IUCN 2017. Ameerega shihuemoy. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2017: e.T112689481A112689529. //dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2017-3.RLTS.T112689481A112689529.en. Scaricato il 20 luglio 2019.
  • Pounds, J., Puschendorf, R., Bolaños, F., Chaves, G., Crump, M., Solís, F., Ibáñez, R., Savage, J., Jaramillo, C., Fuenmayor, Q. & Labbra, K. 2010. Atelopus varius. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2010: e.T54560A11167883. //dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2010-2.RLTS.T54560A11167883.en. Scaricato il 20 luglio 2019.
  • Gruppo di specialisti anfibi SSC IUCN 2015. Oophaga pumilio. Elenco rosso IUCN delle specie minacciate 2015: e.T55196A3025630. //dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2015-4.RLTS.T55196A3025630.en. Scaricato il 20 luglio 2019.
  • "Rana velenosa." (2017, 15 marzo). National Geographic Consultazione: //www.nationalgeographic.es/photography/2017/04/ranas-

Raccomandato

Animali dell'Africa
2019
Come avere un albero di limoni senza parassiti
2019
Disciplinano
2019