10 curiosità sui delfini

I delfini sono mammiferi appartenenti alla famiglia dei Delphinidae e sono probabilmente le creature marine più popolari, carismatiche e intelligenti del regno animale. Queste caratteristiche e molte altre peculiarità rendono gli umani molto interessati a questi cetacei e alla loro intelligenza. Forse stai cercando alcune curiosità sui delfini per i bambini o potresti voler saperne di più sulla specie. In ogni caso, hai raggiunto il posto giusto!

In questo articolo di milanospettacoli.com ti mostreremo 10 curiosità sui delfini basate su studi scientifici che garantiscono la loro verità, scoprirai sicuramente molte cose che non sapevi sui delfini! Se vuoi sapere fatti curiosi sui delfini, non pensarci, continua a leggere ...

1. Quanti tipi di delfini ci sono nel mondo?

Come abbiamo avanzato nell'introduzione, i delfini oceanici o delfini sono mammiferi che appartengono alla famiglia dei Delphinidae, che comprende più di 30 specie diverse. Si stima che ci siano più di 2.000 delfini in cattività, che vivono in parchi acquatici, delfini e persino in recinti commerciali.

Non è possibile fornire informazioni precise sulla popolazione di delfini rilasciati, ma sarebbero circa 9 milioni di individui . I delfini sono animali gregari, cioè con la tendenza a raggrupparsi insieme, essendo in grado di creare gruppi fino a 1.000 esemplari, che comunicano e si relazionano tra loro.

2. Dove vivono i delfini?

L'habitat del delfino e la sua migrazione possono variare a seconda di diversi fattori, come l'abbondanza di cibo, la temperatura o la distanza dalla costa. Di solito optano per acque poco profonde, vicino alla riva, di climi tropicali e temperati, evitando così acque più fredde. Per questo motivo, possiamo trovare i delfini quasi ovunque nel mondo.

3. Comunicazione con i delfini

Le forme di comunicazione che i delfini emettono quando interagiscono tra loro e con l'ambiente sono probabilmente uno degli aspetti che ha generato un maggiore interesse per la comunità scientifica. I delfini usano un metodo altamente sviluppato e sensibile chiamato "ecolocation" per ricevere informazioni sull'ambiente in cui si trovano, ma eseguono anche "specializzazioni vocali" ad alta e bassa frequenza per comunicare tra loro e anche con altri individui marini .

Poiché alcune focene sembrano utilizzare il sistema di ecolocalizzazione in modo ritmico per comunicare tra loro e non solo per interagire con l'ambiente, si stima che i delfini possano anche aver sviluppato specializzazioni vocali e uditive, generando così un sistema di comunicazione vario e complesso . [1]

L'ampia varietà di fischi prodotti dai delfini può variare in base al rumore ambientale [2] e la loro varietà e complessità dimostra le loro importanti capacità cognitive. Alcune delle funzioni dei fischi sono il riconoscimento di individui specifici, la coesione nel gruppo o il coordinamento dei movimenti, la caccia o la sorveglianza tra gli altri. [3] [4]

4. I delfini usano gli strumenti?

Uno studio condotto in un gruppo di delfini tursiopi ( Tursiops sp. ) Ha rivelato che alcuni individui, per lo più femmine, hanno usato spugne come strumenti durante il foraggiamento. Dopo averli osservati per giorni, si è concluso che li hanno usati per trovare cibo .

Sebbene questa ipotesi sia la più supportata, si stima anche che i delfini possano usare le spugne per attività legate al gioco o trarre vantaggio da alcuni dei suoi componenti, ad esempio per scopi medicinali. In ogni caso, il trasporto di spugne è una specializzazione comune del comportamento dei delfini. [5]

5. È vero che i delfini dormono con un occhio aperto?

I delfini non sognano allo stesso modo degli altri mammiferi, infatti, uno studio pubblicato nel 1964 ha spiegato che i delfini tursiopi ( Tursiops truncatus ) dormivano con un occhio aperto e uno chiuso e suggeriva che ciò poteva essere dovuto a uno stato di allerta predatori. Tuttavia, non è stata osservata alcuna correlazione fisiologica tra l'emisfero cerebrale e l'occhio aperto, quindi non è stato possibile dimostrare che questo tipo di comportamento avesse una reale funzione di sorveglianza.

Più tardi, un altro studio condotto sui delfini bianchi del Pacifico ( Lagenorhynchus obliquidens ) in cattività ha mostrato che questo particolare gruppo ha aperto o chiuso gli occhi in base alla posizione nel pool di altri membri del gruppo, quindi, si stima che si aprano e chiudono gli occhi durante le ore di sonno per assicurare il contatto visivo con gli altri membri del loro stesso gruppo sociale. [6]

6. Cosa mangiano i delfini?

Nelle prime fasi della vita, il delfino si nutre esclusivamente di latte materno, fino a quando non inizia a cacciare da solo e a nutrirsi di altre risorse. I delfini sono carnivori e la loro dieta si basa principalmente sul consumo di pesci, polpi, molluschi e altri invertebrati .

I delfini possono divorare sorprendentemente grandi prede, anche quelle che possono superare i 4 o 6 chilogrammi, poiché inghiottono invece di masticare . Questa forma di alimentazione previene picchi o pinne dalle loro prede.

7. Intelligenza dei delfini

I delfini sono animali razionali, cioè sono in grado di comprendere e rappresentare l'ambiente in cui vivono, fare pensieri logici e trarne delle conclusioni. Possono anche modificare i loro comportamenti intenzionalmente creando nuovi modelli di interazione e cercando nuove prospettive o obiettivi. Questi sono animali intelligenti, sia a livello comportamentale, cognitivo o sociale.

Sono consapevoli di se stessi, sono in grado di attuare procedure o metodi diversi, hanno consapevolezza sociale e mostrano anche un dominio complesso di linguaggio e forme naturali di comunicazione della specie. [8]

8. I delfini sono bisessuali?

Mentre è stato condotto uno studio sui delfini tursiopi ( Tursiops truncatus ) in cattività, sono stati osservati comportamenti omosessuali ed eterosessuali negli individui, nonché la pratica della masturbazione maschile. [7] Allo stesso modo, un documentario sull'omosessualità nel regno animale del National Geographic, indica i delfini come creature molto affettive che praticano pratiche sessuali regolari, incluso il sesso di coppia con membri dello stesso e diverso sesso o Praticano il sesso di gruppo.

9. I delfini attaccano l'uomo?

I casi di attacchi di delfini agli esseri umani sono estremamente rari . Nella maggior parte dei casi sono delfini che confondono le persone con le prede, quindi finiscono per rilasciarle, ma può anche accadere se gli umani le disturbano o cercano di interagire con loro.

Al contrario, i casi di attacchi di delfini alle persone in cattività sono più comuni e alcune organizzazioni che difendono i delfini, come SOS Dolphins, sottolineano le condizioni di vita di questi animali come la causa principale.

10. Gli effetti della prigionia sui delfini

Le condizioni di vita dei delfini in cattività influiscono direttamente sul loro benessere fisico e psicologico . Anche se si cerca di offrire un ambiente ampio e si pratica con loro la stimolazione mentale, la verità è che i limiti in termini di spazio e i costanti stimoli uditivi e sonori riducono la qualità della vita dei delfini in cattività. Inoltre influenzano la mancanza di acqua di mare naturale o alimenti a base di pesce congelato. L' aspettativa di vita dei delfini in cattività è di circa 20 anni, mentre nel suo ambiente naturale è di circa 50 anni.

Oltre ai suddetti fattori, si dovrebbe prestare particolare attenzione alla socializzazione dei delfini, poiché la maggior parte di essi non ha un gruppo sufficientemente ampio. Altri hanno visto esemplari di altre famiglie introdotti nelle loro pozze, o peggio, ci sono anche delfini che vivono da soli.

Tutti questi fattori causano stress e ansia in queste balene intelligenti e possono generare uno stato di stress cronico che agisce direttamente sul sistema immunitario, predisponendoli a soffrire di varie malattie. Per questo motivo, sempre più organizzazioni stanno lottando affinché i delfini possano essere catturati in santuari e rifugi marini specializzati.

S

Se vuoi leggere altri articoli simili a 10 curiosità sui delfini, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione Curiosità del mondo animale.

riferimenti
  1. Peter L. Tyack, Studiare come i cetacei usano il suono per esplorare il loro ambiente, parte della serie di libri Perspectives in Ethology (PEIE, volume 12)
  2. Tadamichi Morisaka, Masanori Shinohara, Fumio Nakahara e Tomonari Akamatsu, Effetti del rumore ambientale sui fischi delle popolazioni di delfini tursiopi indo-pacifici, American Society of Mammalogists 17 aprile 2004
  3. Vincent M. Janik, Competenze cognitive nella comunicazione dei delfini tursiopi, Tendenze nelle scienze cognitive Volume 17 Numero 4, aprile 2013
  4. R. Smolker, A. Richards, R. Connor, J. Mann, P. Berggren., Sponge Carrying by Dolphins (Delphinidae, Tursiops sp.): Una specializzazione del foraggiamento che coinvolge l'uso di strumenti?, Rivista internazionale di biologia comportamentale Etologia, 26 aprile 2010
  5. P. Dawn, Aspetti comportamentali del sonno nei delfini bianchi pacifici (Lagenorhynchus obliquidens, Gill 1865) Edizione online 26 agosto 2006
  6. McBride, AF e Hebb, DO (1948). Comportamento del delfino prigioniero dal naso a bottiglia, Tursiops truncatus . Journal of Comparative and Physiological Psychology, 41 (2), 111-123.
  7. Herman, LM (2006). Intelligenza e comportamento razionale nel delfino tursiope. In S. Hurley e M. Nudds (Eds.), Animali razionali? (pagg. 439-467). New York, New York, Stati Uniti: Oxford University Press.
bibliografia
  • Delfini SOS

Raccomandato

Clinica veterinaria Docat
2019
Cos'è l'amensalismo e gli esempi
2019
Nomi per cani da lepre
2019